Fiducia e consapevolezza per il 2013

Consapevolezza e fiducia: sono due parole chiave per chiudere quest anno e iniziare il nuovo. Sono stati dodici mesi impegnativi per il mercato immobiliare e per tutta l’economia. Un periodo di crisi, dicono in molti, ma anche di opportunità – sottolineo. Perché è necessario porsi domande nuove. E scorgere risposte da prospettive diverse, slegate da vecchi schemi di pensiero oramai impregnati di crisi. Per fare questo è essenziale fermarsi a ragionare su quello che facciamo. In una parola: essere consapevoli, anche nell’acquisto o nella vendita di un immobile. E partire dai desideri che ci spingono a cercare casa: un figlio in arrivo, una nuova famiglia, un anziano da accudire. Data l’importanza di questi elementi, è essenziale diffidare di chi promette facili soluzioni e cercare professionisti preparati e consapevoli – ancora, consapevolezza – di quanto sia delicato e importante il tema casa. Solo se il consulente avrà chiaro questo, sarà in grado di conquistare la vostra fiducia passo dopo passo, passando al setaccio tutte le informazioni, spiegando con chiarezza i singoli step di una compravendita, prendendo in carico tutto il valore di un’operazione immobiliare, soprattutto quello umano.

 

Arrivederci al prossimo anno. Buon 2013

Scegliere la qualità per prendersi cura della casa

Tutti ci affidiamo a specialisti quando abbiamo bisogno di cure, quando l’auto si ferma o la caldaia non si accende. È curioso, però, che per la casa regni spesso il fai da te. Si ascolta l’amico, il parente o una persona di fiducia e poi ci si butta a capofitto in una compravendita. È una scelta legittima e da rispettare, ma il rischio è di muoversi sull’onda di tante opinioni raccolte qua e là. Attenzione: le singole informazioni sono spesso vere, ma messe insieme mostrano incongruenze. Questo perché sono il frutto di analisi superficiali, di argomentazioni vaghe e di scarsa competenza. Certo, la casa è un argomento che tocca tutti da vicino, ma è comunque un ambito professionale ben definito. E con le sue regole. In questo contesto, il consulente immobiliare conosce le mille voci che affollano il mondo delle compravendite, ma sa discernere i dati oggettivi, mettere in luce le contraddizioni e proporre stime corrette. Una valutazione imprecisa, infatti, poteva essere accettabile quando il mercato era florido. Ma è oggi impensabile: chi compra o vende casa ha bisogno di un professionista preparato e scrupoloso. È quello che ci aspettiamo dal medico. Chiediamolo anche al nostro consulente immobiliare.

 

Nel prossimo appuntamento:

Ascolto, analisi, soluzione: la fiducia richiede metodo